Emergenza clima: ridure rifuiti superflui a scuola

Venerdì 27 settembre sarà un’altra giornata di sciopero per il clima, gli studenti – soprattutto delle scuole superiori – del movimento Friday for Future torneranno nelle piazze per chiedere ai governi di ascoltare l’allarme degli scienziati e a prendere iniziative concrete.

Il nostro comitato non organizza iniziative in questa occasione, ogni genitore è libero di partecipare alle iniziative pubbliche con i propri figli. Ci teniamo invece di fare presente alla dirigenza del nostro IC l’interesse dei genitori per comportamenti virtuosi all’interno della scuola per la riduzione di rifiuti superflui, soprattutto per l’eliminazione della plastica e contro gli sprechi in generale. C’è molto da fare, ma i primi passi concreti già si vedono:

RIO DE JANEIRO – la mensa della Rio usa soltanto stoviglie compostabili monouso, biodegradabili, prodotte con materie prime di origine vegetali.

GIORGIO MORANDI – l’iniziativa ecologica del giovedì Merenda Zero Rifiuti adottata a scuola fa parte di un progetto più ampio di Scuola Zero Rifiuti. Si invitano tutti – alunni, docenti e collaboratori – a munirsi di contenitori e salviette riutilizzabili per merende “leggere” e sostenibili, con lo scopo di ridurre gli imballaggi con cui si confezionano gli alimenti.

A presto speriamo di adottare una convenzione con alcuni esercenti di zona che offriranno uno sconto all’acquisto di prodotti per la merenda ai ragazzi del nostro istituto che si presenteranno con i propri contenitori, per evitare spreco di carta e plastica da imballaggio.

Un suggerimento del comitato genitori è quello di sostituire le bottiglie di plastica usa e getta con borraccia da riempire. Lo stesso vale per le merende: evitate le preconfezionate e provate ad aggiungere un frutto, che ha già il suo imballaggio naturale. Mettete nello zaino un tovagliolo di stoffa.

 

Foto: pxb